Quando si parla di riscaldamento a infrarossi – e ultimamente se ne sente parlare con frequenza – non sempre è ben chiaro di che cosa si stia parlando. Eccoci qui, allora, a fare chiarezza.

Per comprendere al meglio il concetto di riscaldamento a infrarossi bisogna fare un passo indietro e parlare, in primis, di raggi infrarossi.
Anzi, meglio, di radiazione infrarossa.

Gli infrarossi, infatti, sono onde elettromagnetiche – invisibili all’occhio umano – con una lunghezza d’onda maggiore di 780 nanometri (esattamente per questa ragione sono invisibili). Il perché del nome “infrarossi” è presto spiegato: nello spettro elettromagnetico queste onde occupano il campo I.R. dove la “I” sta per “Infra” e la “R” sta per Red.

Cos’é il riscaldamento a raggi infrarossi

Come abbiamo già avuto modo di dire, il riscaldamento a infrarossi è una delle ultime frontiere del riscaldamento elettrico (in ambito domestico e non) che sta cercando di prendere il posto dei tradizionali sistemi di riscaldamento a gas, che di ecologico e sostenibile hanno ben poco.

Una delle ultime novità in questo campo è quella rappresentata dalla tecnologia FIR-Far Infrared Rays.
I Raggi Infrarossi Lontani sono sostanzialmente una forma di energia luminosa in grado capace di trasmettere calore attraverso la luce; nel momento stesso nel quale il corpo umano viene raggiunto dai Raggi Infrarossi Lontani, l’organismo riesce a assorbirli, godendone dei suoi effetti benefici.

I sistemi di riscaldamento a infrarossi hanno un grande vantaggi rispetto a quelli tradizionali: su tutti, riescono a riscaldare quelle “zona” di casa
(o dell’ufficio) che hanno necessità di calore per il giusto tempo necessario.

Questo perché, attenzione, non è l’aria a essere scaldata, bensì gli oggetti o i corpi “colpiti” dai raggi infrarossi emanati dai pannelli. In questo modo, ovviamente, sono ridotti al minimo – per non dire eliminati di tutto – gli sprechi e le dispersioni di calore. Innovativo, vantaggioso ed eco-friendly:
in tre parole, questo è il riscaldamento a infrarossi.

Viene proprio voglia di provarlo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Add to cart