Riscaldamento da esterni Thor

Dentro e fuori, in & out, o meglio, indoor e outdoor. Chi l’ha detto che il riscaldamento deve esistere e funzionare solamente al chiuso?
Nessuno.
E infatti, da anni, per la propria abitazione o per la propria attività commerciale, pensiamo a un bar, a un pub o anche, perché no, a un ristorante – esistono diverse soluzioni per riscaldare lo spazio all’aperto, come le lampade o le stufe a gas a forma di fungo.

Così come per quanto concerne il mondo dell’indoor, anche per la galassia dell’outdoor la stella polare è quella rappresentata dai sistemi di riscaldamento elettrici.
Perché, sì, il riscaldamento da esterni è un plus ed è ancora più bello, sicuro e performante se ci si affida all’efficacia e alla bontà dell’energia elettrica.

Le stufe da esterno più diffuse sono ancora quelle “a fungo” con fiamma alimentata da una bombola di gas: una soluzione tutto fuorché green, ma anche (molto) poco performante a conti fatti. Questo espediente, infatti, è inefficace dal punto di vista energetico, oltre che ecologico: per quanto consumano, riscaldano poco, durando peraltro poche ore.

Dicevamo dell’efficacia e della bontà dell’energia elettrica.
Bene: i sistemi elettrici di riscaldamento elettrici sono certamente la scelta più rispettosa dell’ambiente, nonché la soluzione realmente performante.

A tal proposito, i pannelli radianti da esterni dotati di tecnologia FIR
(Far Infrared Ray, ovvero raggi infrarossi lontani) hanno una marcia in più nel loro modo di sprigionare energia termica: i raggi infrarossi, infatti, hanno la capacità di riscaldare direttamente le persone e gli oggetti (e non l’aria presente nell’ambiente).
La sensazione è dunque quella di essere piacevolmente riscaldati da una fonte di calore come il fuoco o la luce del sole: il benessere è assicurato.

Per concludere, un tanto piccolo quanto significativo esempio: una bombola da 13 chilogrammi di gas riesce a riscaldare uno spazio esterno di 25 metri quadrati per circa dodici ore, mentre un pannello da esterni infrarossi di Olmar – come Thor 1000 – dà calore a un tavolo fino a 8 persone (10metri quadri circa di spazio) senza consumarsi con il tempo e senza dover essere appunto sostituito come una comune bombola. Insomma, conviene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Add to cart