BI-OZONE 1500 PRO

L’ozonizzatore aria / acqua BI-OZONE 1500 PRO è versatile e può essere utilizzato in aria in presenza di persone ed animali all’interno dell’ambiente. Particolarmente consigliato per l’utilizzo in ambienti frequentati da diverse persone per più ore al giorno:
uffici, ambulatori, ambienti pubblici in genere…

Dimensioni cm 34X15X25h
Peso 5.5 kg
Anons PCS/C Cm3 9.000.000
Ozone Out 1500 mg/h
Potenza W 70
Voltaggio AC 220

PURIFICAZIONE E DISINFETTAZIONE DELL’ARIA / ACQUA IN:
Scuole, ospedali, biblioteche, sale riunioni, uffici, supermercati, case, Alberghi, automobili e altri spazi pubblici…

LAVAGGIO:
frutta, verdura, carne

PULIZIA:
posate, tessuti decoloranti

DISINFEZIONE:
acqua da bere

Categoria:

Descrizione

Esistono oltre 17 studi scientifici che dimostrano che il gas ozono è in grado di distruggere il coronavirus SARS. L’ozono è un gas naturale creato dagli atomi di ossigeno. La molecola di ossigeno è composta da 2 atomi di ossigeno. Queste molecole di ossigeno sono rotte in atomi dalla scarica della corona durante i temporali o dalla luce UV del sole. Durante questa fase di ricombinazione alcuni atomi sono raggruppati in ossigeno tri-atomico liberamente legato. Questa nuova molecola si chiama ozono o O3. I generatori di ozono sono in grado di produrre ozono dall’aria normale e vengono normalmente utilizzati come disinfettanti per l’ambiente. Gli effetti patogeni dell’ozono sono stati dimostrati per diversi decenni. La sua azione di uccisione su batteri, virus, funghi e in molte specie di protozoi serve come base per il suo crescente utilizzo nella disinfezione dell’approvvigionamento idrico municipale nelle città di tutto il mondo. In genere, i virus sono piccole particelle indipendenti, costruite con cristalli e macromolecole. A differenza dei batteri, si moltiplicano solo all’interno della cellula ospite. L’ozono distrugge i virus diffondendosi attraverso il rivestimento proteico nel nucleo dell’acido nucleico, causando danni all’RNA virale. A concentrazioni più elevate, l’ozono distrugge il capside o il guscio proteico esterno per ossidazione. Numerose famiglie di virus tra cui il poliovirus I e 2, i rotavruse umani, i virus Norwalk, il parvovirus e l’epatite A, B e non A non B sono tra le altre suscettibili alle azioni virulicide dell’ozono.