Sanificazione domestica significa prevenzione

Probabilmente mai quanto negli ultimi mesi, causa epidemia-pandemia di coronavirus, abbiamo compreso quando quanto valore abbia la prevenzione e l’importanza del concetto di “qualità dell’aria”.
Ma attenzione, non solo quella che respiriamo all’aperto – peraltro spesso e volentieri inquinata dalle cosiddette polveri sottili – bensì anche (per non dire soprattutto) l’aria domestica, quella che respiriamo giorno e notte.

Già, proprio così. Tolto questo ultimo periodo nel quale siamo stati costretti a vivere rintanati in casa, tra le mura domestiche trascorriamo di base diverso tempo. La casa è il nostro nido, ci fa sentire al riparo e sicuri. Purtroppo però è anche il luogo nel quale si possono nascondere batteri e virus dannosi per la nostra salute, a partire da quel nemico invisibile che è il Covid-19.

Sanificazione casa

Conosciamo ormai a menadito tutte le raccomandazioni e le procedure da seguire per evitare di portare il coronavirus dentro casa, ma per forza di cose non è sempre possibile “sigillare” l’ambiente domestico dal virus. Involontariamente, infatti, una persona che all’esterno indossa guanti e mascherina può comunque tornare a casa e contaminarla, vuoi per essere stato vittima dell’effetto droplet, vuoi per essersi toccato gli occhi (o il naso o la bocca) con le mani dopo averle poggiate chissà dove.

Ecco perché, soprattutto in questi tempi in cui il coronavirus la fa da padrone, è necessario prendere una precauzione in più. Perché sulla salute e su questo virus non si può certo scherzare. Un’arma assai efficace contro il Covid è provvedere alla sanificazione dell’aria domestica (o quella degli uffici e di tutti i locali pubblici, mezzi di trasporto ovviamente compresi).

La sanificazione dell’aria, ionizzandola e ozonizzandola, consiste nel combattere – con successo – gli agenti patogeni come muffe, batteri e appunto virus, come il “corona”.

I purificatori e i sanificatori d’ambiente – abbattendo la carica virale di questi batteri e di fatto agendo anche sulle superfici – diventano così strumenti essenziali per abbattere il rischio di diffusione di batteri e virus nei luoghi chiusi. Come le nostre case.

sanificazione aria

Sanificazione aria: perché è bene farla sempre

L’aria, si sa, è ciò che respiriamo. E non sempre, ahinoi, respiriamo un’aria di qualità. Senza stare ad aprire il capitolo dello smog che affligge le nostre città, focalizziamoci su un aspetto spesso tenuto in poca considerazione e che in questi tempi di coronavirus ha assunto invece enorme valore.

Si tratta dell’aria di casa. Già, perché non è né detto né scritto da nessuna parte che l’aria che respiriamo in casa sia per forza di cose più pulita e buona di quella all’aria aperta, per strada. Questo perché nelle case si possono annidare negli anfratti più nascosti alcune tipologie di muffe che hanno conseguenze negative sulla qualità dell’aria e di conseguenza della nostra salute.

La muffa, infatti, è sostanzialmente un elemento tossico che rilascia tossine (per l’appunto!) che poi andiamo a respirare.

Ma la muffa non è certo la sola e unica nemica, anzi.

L’aria che respiriamo – composta per il 78% di azoto, per il 21% di ossigeno e per l’1% di argon – può essere inquinata dall’anidride carbonica, come quella rilasciata da alcune tipologie piante tenute in casa, oppure da sostanze nocive con le quali entriamo in contatto quando siamo all’esterno, come il monossido di carbonio e le cosiddette polveri sottili.

Ovviamente, un alto livello di Co2 tra le mura della propria abitazione è indice di una bassa salubrità dell’ambiente domestico, perché l’anidride carbonica porta con sé anche altre piccole sostanze inquinanti, saturando l’aria. Ma attenzione: non bisogna neanche dimenticare quelle molecole inquinanti che fuoriescono dai prodotti chimici utilizzati in casa, oppure dai batteri e dagli acari su tappeti e tessuti.

Di questi tempi, poi, è ancor più vitale prestare attenzione all’ecosistema domestico, con l’obiettivo di sigillarlo – e quindi di proteggerci – dal nemico invisibile del Covid-19 che ha stravolto in toto le nostre vite.

E allora, oggi più di ieri, la sanificazione dell’aria è una buona prassi per mettersi in sicurezza e vivere in un sano ambiente domestico. In questo, possiamo contare su due preziosi alleati anti virali come l’ozono e gli ioni d’argento, che danno vita all’ozonizzazione e alla ionizzazione dell’aria.
La vecchia-nuova frontiera della sanificazione è qui.

Scopri i nostri prodotti di sanificazione aria

Add to cart